Buon appetito bambolina!

E si, finalmente ci siamo dopo un avvio di allattamento molto sofferto, ma pieno di amore che ci ha portato a risolvere tutti i problemi, è giunto il momento per la mia bambolina di integrare la sua dieta a base di sola mamma con qualcosa di più vario. Sono una strenua sostenitrice dell’allattamento esclusivo fino ai sei mesi, i bambini durante la gravidanza immagazzinano scorte di ferro che utilizzeranno fino a questo periodo, e non hanno ancora i denti e mamma a tanto latte… insomma la natura ci ha dato come al solito la soluzione in mano solo che noi amiamo complicarci la vita. Quindi non c’è alcun motivo per iniziare a sostituire le poppate con dei pasti veri e propri prima del sesto mese.

Ora  la bambolina ha quasi cinque mesi e mezzo e sta cominciando quello che io chiamo il training del cucchiaino. Non fa dei pasti ma assaggia qualche cosina per abituarsi all’idea che esiste un’altra fonte di sostentamento oltre alla tetta di mamma. Già il solo fatto di non essere più a contatto con me ma di sedersi difronte sul seggiolone è un grosso cambiamento e l’introduzione di cibo è solo un passo successivo. Ho deciso di darle intanto degli assaggi, qualche cucchiaio di mela o pera grattugiate e persino sporcarle con il nostro pranzo il cucchiaino che poi lei succhierà per un buon quarto d’ora. Ed ho così scoperto che adora la zucca!

Ho notato con amarezza che molte mamme vengono indotte senza precisati motivi ad iniziare lo svezzamento vero e proprio anche prima dei quattro mesi momento in cui, ormai lo sanno anche i sassi, lo stomaco del bambino è abbastanza maturo per ricevere cibo. Lungi da me il volermi sostituire ad un medico, ci mancherebbe altro, ma sono una mamma e se il medico sa molto bene quando le mie figlie sono malate e come curarle, io so molto bene come sono fatte e quando sono pronte ad affrontare una cosa. Lo svezzamento è puericultura non medicina (e questo me lo ha detto la pediatra stessa). Come ho scritto sopra, la natura ha predisposto tutto perfettamente, e quando ho dei dubbi osservo con attenzione l’evolversi delle cose senza intromettermi perchè so che così troverò la risposta. Anche quando tutto sembra andare per il verso storto saranno le mie stesse bambine a suggerirmi cosa fare. Siamo tutti molto bravi a pensare, cercare, parlare ma a volte basterebbe osservare ed ascoltare.

Il mio primo svezzamento, quello della tata, è stato tutto un susseguirsi di tabelle, misure, elenchi. Con la bambolina voglio seguire ciò che lei stessa mi suggerirà. Sette pasti a settimana a base di carne per una creatura senza denti è un tantino un controsenso. Ma questa è un’altra storia che diventerà un altro post.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation

Switch to our mobile site