Category Archives: Natura

#Sana2013 #Veganfest

Perfetto! La nostra estate non poteva finire in un modo più perfetto. Nonostante lo scetticismo iniziale di far fare tutti quei km in giornata alle bambine e di passare ore a camminare tra gli stand, abbiamo tentato la sorte e siamo andati a Bologna al Sana, il salone internazionale del biologico e naturale. E abbiamo fatto bene!

Per una famiglia come la nostra, molto attenta a tutto ciò che mette nel piatto, perchè convinta che ciò possa fare veramente la differenza per il futuro dei nostri figli e di tutto il pianeta, questo evento è una specie di paradiso. Cinque padiglioni, migliaia di metri quadri di prodotti biologici e naturali: cibo, libri, salute. Abbiamo potuto toccare con mano (e col palato) dei prodotti strepitosi, abbiamo visto le facce di chi produce quello che già acquistiamo, abbiamo preso spunti per ricette, idee e  progetti futuri.

All’interno della fiera un ampio spazio è dedicato al VeganFest con stand di prodotti Cruelty Free, materiali informativi di associazioni animaliste e un vasto programma culturale. Siamo riusciti a seguire un interessantissimo quanto ahimè triste intervento della LAV, scoprire il lato veg e naturale della bellissima e simpaticissima Claudia Zanella ed emozionarci (soprattutto io!) ascoltando Paola Maugeri, che da un po’ di tempo è diventata una delle mie fonti di ispirazione per vivere in modo sostenibile, veg, e felice… e per imparare a prendermi un po’ più cura di me stessa! La dedica sul suo libro è stata la ciliegina sulla torta di una giornata stupenda.

La manifestazione è aperta ancora oggi e domani, per chi la volesse visitare, presso la Fiera di Bologna. Tutte le informazioni logistiche le potete trovare direttamente sul sito.

Che dire di più? Siamo tornati a casa entusiasti tutti e quattro, una bella ricarica prima di ricominciare l’anno scolastico, e tornare alla nostra piacevole e rassicurante routine invernale scandita da ritmi a noi più congeniali, ma con un nuovo germogliatore e mille idee per ritentare le nostre coltivazioni sul balcone, e un po’ più di forza per continuare a vivere la nostra scelta green.

Talmente ovvio

… che bisogna avere la pelle blu e vivere in una galassia dispersa nell’universo per potersi permettere il lusso di dire Voglio bene al mio pianeta, è la mia aria, la mia essenza e vivo in simbiosi con esso! 

Cinematograficamente arrivo tardino, ma ultimamente le visite al cinema scarseggiano come i bikini al polo sud, ma dopo questa visione mille pensieri mi hanno affollato la testa. Finalmente ho avuto il tempo di noleggiarmi un film e guardarmelo in santa pace: Avatar. Ecco spiegata la faccenda degli uomini blu. La storia ok non è esattamente innovativa: ci sono i cattivi, i buoni, lui da una parte, lei dall’altra, si innamorano, lei si sente ingannata ma poi capisce e insieme salvano il pianeta. Bel finale, bella coppia (bello lui anche in versione puffica) ma bello soprattutto un particolare: il rapporto tra natura ed esseri umani (o Na’vi in questo caso). Una gratitudine sacrale, un rispetto puro nei confronti di ciò che ci permette di vivere. Però mai che questi argomenti vengano trattati all’interno della nostra galassia. Ci voleva il filmone da incassi record, con alieni annessi.

Non va di moda voler bene al pianeta Terra se non in modo superficiale. I soliti discorsi sulla raccolta differenziata e i pannelli solari, si ok va bene, ma quasi mai mi sono imbattuta in un sentimento di gratitudine per il pianeta che ci ospita e ci nutre.

Io amo la terra, amo il contatto con essa, amo i suoi abitanti, sono esseri viventi e vanno rispettati. La amo perchè ogni giorno mi nutre coi suoi frutti, mi offre paesaggi stupendi, aria da respirare, erba su cui camminare. IO AMO LA TERRA!

Pioggia

Piove ormai da quattro giorni e l’intero Paese è allagato. In questo momento c’è una piccola tregua ma nei prossimi giorni sono previste ancora moltissime piogge. Così bisogna arrangiarsi a passare il tempo a casa e ieri ho trovato un passatempo molto zen, tagliare le verdure a pezzi piccolissimi.

Abbiamo sempre il frigo pieno di bellissimi ortaggi biologici che arrivano ogni settimana tramite il G.A.S. e così ho preparato questo piatto semplicissimo ma gustosissimo. Innanzi tutto gli ingredienti:

1/4 di porro

2 carote

1 melanzana piccola

1 peperone

1 zucchina

olio extravergine di oliva

sale integrale grosso

Tagliare a pezzi piccoli le verdure e tritare il porro. Mettere tutto in una padella, condire con due cucchiai di olio e un po’ di sale e mescolare. Coprire la pentola e far cucinare circa per per venti minuti a fuoco basso. Quando le verdure sono cotte, togliere il coperchio e far saltare il tutto per due minuti. Servire accompagnato con del riso. Questa è la dose (abbondante) per due persone e una bimba.

Spero che il piatto vi piaccia, nel frattempo io continuo a provare ricette gustose tra un giro di maglia e l’altro in questa settimana piovosa.

Piove… giveawey per consolarci

Oggi piove, ovunque, e nemmeno le macchine della Formula 1 sembrano essere state graziate da tutta quest’acqua. Così per consolarci ecco una splendida foto dei mari della Polinesia fatta durante il nostro viaggio di nozze…

… e poi uno dei giveawey di www.lacasanellaprateria.com che questa settimana ci offre un libro decisamente adatto ad affrontare queste prime giornate fredde e bagnate da passare a casa con i bambini: Ricette per gioco di Natalia Cattelani, blogger di www.tempodicottura.it (da vedere e gustare assolutamente).  E penso che anche noi questo pomeriggio ci cimenteremo in attività ludico/culinarie… e domani vedrete i risultati.

Continua l’estate

Il sole splende alto nel cielo, indossiamo delle magliette, il bucato è steso fuori, una bellissima giornata estiva se non fosse il 7 di ottobre. Mi ero rassegnata a dover aspettare la primavera per scattare una foto adatta al titolo del mio blog, ma i prati qui attorno sono ancora fioriti e penso che potrei proprio uscire con la mia bambolina  e scattare un po’ di istantantanee di questo prolungamento d’estate. Anche perchè molto probabilmente la prossima settimana saremo tutti coperti sotto ai piumini… è proprio vero… non esistono più le mezze stagioni! Saggezza popolare a parte saranno anni che non utilizzo più quelle belle giacchette leggere o i maglioncini in cotone, passiamo direttamente dalla canotta alla tuta da sci. Peccato perchè l’autunno è sempre stata la mia stagione preferita. Ne’ troppo caldo, ne’ troppo freddo, niente pollini che ti fanno starnutire, viso ancora abbronzato e non cadaverico come a gennaio. E la natura ci offre i suoi colori più belli, il rosso, l’arancio e il giallo. Arrivano le zucche e le castagne e ricominciamo a passare più tempo a casa. Mi piacerebbe vivere in un luogo le cui temperature possano variare dai 15 ai 20 gradi… oppure posso migrare… evviva l’autunno tutto l’anno!!!

Switch to our mobile site