Autoprodurre

Ecco il mio mantra per quest’anno, e per quelli seguenti. Sono ormai stufa di spendere i miei soldi per acquistare prodotti scadenti, costosi, pieni di schifezze dentro, che viaggiano per chilometri e l’elenco potrebbe continuare all’infinito. Sento la necessità di fare un passo ulteriore per migliorare la vita della mia famiglia e di chi verrà dopo di noi.

Mi sto avvicinando da un po’ al tema della Decrescita, letture e approfondimenti , e l’idea di rallentare il ritmo con cui questa società si sta autodistruggendo è decisamente di mio gradimento. Pensiamo di poter crescere all’infinito anche se viviamo su un pianeta finito e con risorse limitate. Tiriamo il freno a mano!

Riciclare, riutilizzare, autoprodurre sono le parole chiave per intraprendere questo stile di vita. Così ho deciso di impegnarmi a realizzare in casa il maggior numero di prodotti alimentari partendo dalle semplici materie prime.

Nel mio precedente post ho parlato dei G.A.S., ma di recente ho scoperto l’esistenza dei G.A.A.S., i  Gruppo di acquisto e autoproduzione solidali. E proprio uno di questi gruppi (quello della Valtellina) ha realizzato uno splendido calendario che affronta il tema della decrescita dando splendidi spunti di riflessione e idee per realizzare da se molte cose. Lo potete scaricare qui.

Si tratta di un vero e proprio percorso il mio e non vorrei affrontarlo da sola perchè sarebbe esattamente il contrario del risultato che vorrei ottenere. Le idee e  le esperienze vanno condivise. Non sempre si trovano vicino a se persone che la pensano in modo simile ma la Rete in questo ci viene in aiuto. Vorrei trovare altre mamme che la pensano come me, che siano disposte a condividere questo percorso per diventare delle persone più attente e consapevoli. Aspetto idee, spunti, consigli e ricette e ovviamente sarò la prima a parlare dei miei esperimenti e delle mie esperienze. Intanto per cominciare ho iniziato a leggere il libro di Serge Latouche “Breve trattato sulla decrescita serena” (regalatomi dal mio maritino per Natale) e spero di finirlo presto (febbre, otiti, sesta malattia permettendo!) per potervene parlare in modo più approfondito e consapevole.

Sarebbe bellissima una rete di mamme a favore della decrescita. Chi vuole cominciare a condividere?

3 Thoughts on “Autoprodurre

  1. Ciao, se hai delle esperienze di autoproduzione vieni a condividerle qui:
    http://www.terraemadre.com/autoproduzioni/

  2. claudia on 30 May 2012 at 11:47 said:

    Ciao!
    Mi sono appena imbattuta nel tuo sito…accidenti in questo post hai dato voce ai miei pensieri.. anche se leggermente un po’ piu’ tardivi dei tuoi!
    Sì, io è da un paio di mesi che mi sto avvicinando alla decrescita, cerco di capire cio’ che significa, comprenderla e viverla. Come dici tu c’è estremamente bisogno di confronto, di condivisione…
    Sono contenta di averti “conosciuta”!
    Ti saluto e vado a leggere un ‘ dei tuoi post..

  3. caterina on 30 May 2012 at 13:38 said:

    Grazie mille di essere passata a trovarmi! Fa sempre piacere avere un riscontro da chi mi legge. Spero di “rivederti” presto e buona autoproduzione!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation

Switch to our mobile site