Category Archives: Holydays

(Italiano) Avvento

 

(Italiano) Un uovo e la crisi che avanza

 

(Italiano) Luce

 

(Italiano) Festività e riflessioni

 

(Italiano) San Martino

 

Si ricomincia!

Mai come quest’anno mi è capitato di sentire così poco il passaggio dal vecchio al nuovo anno. Sarà perchè tutti i festeggiamenti in programma sono stati spazzati via da febbre, tosse e raffreddori vari e a mezzanotte eravamo io e mio marito con una bottiglia andata a male di Prosecco, una torta (buonissima!) e Carlo Conti in tv con musiche da trenino annesse, ma non mi sono resa conto che il 2012 è arrivato… non ho ancora nemmeno comprato la mia piccola Moleskine settimanale che negli ultimi anni è sempre stata indispensabile come l’aria. Sarà che a dicembre finisce il mondo (ah!) è non ho decisamente fretta che arrivi. Insomma proprio quest’anno che dopo due gravidanze e mille peripezie doveva essere quello del recupero (fisico e psichico in egual maniera… e necessità), non l’ho ancora digerito.

Fatto sta che da domani si ricomincia a regime. Piero torna al lavoro (sigh!), Margherita all’asilo (doppio sigh!) e io e Camilla ci ritroviamo di nuovo impegnate a crescere, ognuna a suo modo. I propositi per quest’anno sono moltissimi come sempre, da perdere dieci chili in stile Bridget Jones, ad avere una casa perfetta alla Bree Van de Camp, da leggere milioni di libri, fino a ritrovare un buon punto di equilibrio. Ma ho scelto di non fare progetti e tutto ciò che arriverà di positivo e negativo sarà un gran dono che mi aiuterà a sentirmi viva. Buon anno a tutti.

Waldorf… era ora!

Finalmente è arrivata la Festa di San Martino organizzata dalla scuola steineriana della nostra città. E finalmente vi abbiamo iscritto la Margherita per il prossimo anno… non vedo l’ora. Ma sono anche felice che si sia messa all’opera in uno dei laboratori presenti alla festa.

Credo che delucidazioni sulla pedagogia steineriana e sul perchè della nostra scelta educativa avranno bisogno di uno o più post dedicati. Intanto un po’ di foto.

(C’era un meravigliosa confettura di banane che devo assolutamente provare a fare). E quasi dimenticavo… ecco l’opera d’arte della mia bimba!

Nuovamente Halloween

Abbiamo deciso di festeggiare Halloween. Non è una festa che ha origini nella nostra cultura ma ormai da qualche anno è entrata prepotentemente anche nel nostro paese. Margherita all’asilo ha fatto i fantasmi e le zucche di “auiuin” come dice lei, così, data la sua passione per le feste in genere, questa sera ho improvvisato un party per la nostra famiglia. Abbiamo fatto gli addobbi con le zucche di carta a cui lei a disegnato tutte le facce. Ho farcito i biscotti con la crema alla nocciola come dolce e la bimba ha indossato un bellissimo costume da fantasma fatto con un berretto bianco e una canottiera di papà.

Era felicissima e io più di lei a vedere come con poche cose i bimbi riescano ancora ad essere entusiasti. Ha cantato “…tanti auguri ad auiuin…” ed è andata a letto tutta emozionata perchè domani faremo anche la torta. Che soddisfazione!

Thoughts

It’s late evening, back to standard time tonight, someone will be happy to sleep an hour longer, but people with small children will wake up first for a while days. Tomorrow is Halloween and I think that will draw some pumpkins for the little girl’s room and I will make some cookies, so just introduce her to this holyday. Today we were at the mall to do some expenditure and shops already selling Christmas decorations, trees, and the first product that I saw going to the supermarket was a cake. Honestly I do not like all this ahead of events just to sell more. Christmas comes in December and my family was getting the shaft 6, St. Nicholas, in Trieste, which brings presents to children. It was the day that marked the beginning of the holidays. Then I prepared the jobs to give to grandmothers and aunts and I went to the grocery store near home to get a gift for my mom. This Christmas I want a special gift … and also a template for the muffins!

Tomorrow will be a busy day because I decided that this disaster will become a museum house. When I go to visit someone always has a perfect home, but if you come here for a sudden probably do not pretend to be at home because I am ashamed of the conditions in which we hold. So for tomorrow are expected order, cleanliness, change of season clothes, and we have to find a more suitable to the living room or the child will continue to disasters. But how do you become a mom perfect? If anyone has any advice please write it, it will be taken seriously.

Switch to our mobile site