(Italiano) La nostra scelta educativa

 

4 Thoughts on “(Italiano) La nostra scelta educativa

  1. …condivido la tua scelta…purtroppo la realtà italiana prevede costi altissimi per le famiglie che si vogliono avvicinare a queste scuole private…come al solito! :-(
    Io credo però che si possa fare molto anche in famiglia. Baci!

  2. mi piace tantissimo il tuo post! anche io come ti ho gia’ detto seguo da autodidatta la pedagogia steineriana…
    i miei figli non frequentano e non frequenteranno una scuola a questo indirizzo ma una normalissima scuola pubblica (e sono fortunata perche’ ne sono estremamente soddisfatta), il resto lo faccio a casa, anche perche’ diviene poi uno stile di vita e di pensiero che permea la reatà famigliare. Personalemente ho ammorbidito alcune posizioni che io definisco un po’ estreme, considerati tempi .. e la vita di oggi.
    Concordo pienamente sul fatto che il tempo sia la chiave come dici tu! oltre ad un profondo rispetto del bambino e della sua interiorità.
    a presto
    Ste

  3. caterina on 23 July 2012 at 13:36 said:

    Di sicuro se non si parte dalla famiglia frequentare quella scuola crea solo confusione. Io ho la fortuna di averla vicina a casa e i costi sono di poco superiori ad una scuola materna parrocchiale di paese, certo quando le rette saranno due.. per fortuna avevo messo da parte la liquidazione quando ho perso il lavoro!!!

  4. caterina on 23 July 2012 at 13:48 said:

    Infatti nessuno rispetta più i bambini in quanto tali! Spesso nemmeno ci accorgiamo della violenza psicologica che ciò che ci circonda fa a queste creature, quanti rumori, colori, azioni che loro non sono ancora in grado di metabolizzare, e molto spesso nemmeno noi adulti. Evviva i bambini!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation

Switch to our mobile site