(Italiano) Professione mamma

2 Thoughts on “(Italiano) Professione mamma

  1. Ciao Caterina!!!
    Ho accettato volentieri il tuo invito a partecipare a questa inchiesta, anche perchè il tema ultimamente m’interessa molto visto che è sempre più duro con un lavoro di 8 ore al giorno e una bimba di un anno arrivare a fine giornata “viva”. Lavorare però mi permette di uscire dalla routine domestica, e di contribuire al bilancio familiare, che con uno stipendio solo è dura!!! In ogni caso, grazie anche alla collaborazione del mio super-marito :), trovo il tempo di fare tutte quelle cose che mi danno soddisfazione e attraverso le quali credo di educare la mia bimba ai valori in cui credo, cerco il contatto con la natura, faccio pane e pasta in casa, le cucio vestitini… Insomma, tutta la mia stima e il mio appoggio a quelle mamme che scelgono di dedicarsi al 100% a casa e famiglia, è una scelta coraggiosa e controcorrente e come tale va rispettata. Chissà che un giorno anch’io…
    Baci
    Viola

  2. Federica- Chicca on 13 April 2011 at 14:11 said:

    Ciao Caterina!
    Sono Federica, mamma di un bimbo di 2 anni e mezzo e di una pupetta di 14 mesi: che oltre alla gestione della casa sono diventati il mio lavoro full time!!! Ho mollato il mio lavoro, perchè io e mio marito abbiamo fatto un semplice ragionamento: i figli li abbiamo voluti e, nel limite del possibile, dobbiamo gestirceli!
    Abbiamo notato che molte coppie di amici “spediscono” i figli dai nonni (senza curarsi molto- o facendo solo finta di curarsene- dei loro impegni e appioppandoglieli, quasi fosse un loro obbligo tenerli. Oppure li spediscono diretti al nido e giù a dirti quanto siano feliiiiiiciiiiii i loro bambini!!! La cosa peggiore è che poi si giustificano dicendo “se non lavoriamo tutti e due non arriviamo a fine mese: devo prooooprio andare a lavorare!”. Balle. O meglio: quasi tutte balle.
    Scusate se sono così diretta e schietta, ma io so che non è così: sono disoccupata e mio marito è un operaio metalmeccanico.
    Ci vogliono sacrifici, è ovvio, ma per amore dei figli si fa: eccome se si fa!
    La maggior parte di loro infatti, quando è a casa, non fa altro che trovare il modo per sbarazzarsi dei piccoli, appioppandoli a qualcun altro: perchè loro sono stanche…
    (preciso che non è per tutti così, ma per mooolti, purtroppo sì).
    Per fortuna ho scoperto che in rete pulsa e si rafforza un movimento controcorrente: proprio quello di cui parli tu!
    Donne, ragazze, mamme di tutte le età che VOGLIONO occuparsi dei loro bambini, crescerli, VIVERLI: non come una mia conoscente che non ricorda nemmeno come sia andato il passaggio dal pannolino al vasino (di nessuno dei 3 figli!!!), perchè l’ha fatto la suocera. Lei non c’era… era in ufficio. E poi mi fa: ” tu rinunci al lavoro perchè non hai un lavoro che ti piace (balle!!!), io non lo avrei mai fatto!”…. salvo poi affermare in un altro momento: “ero obbligata ad andare a lavorare…”… … .. ma ti capisci?!?
    Sono stufa di sentirmi quella che “non ha voglia di lavorare”, solo perchè ho scelto la strada del ” a me della carriera non me ne frega niente, io voglio stare con i miei bambini”.
    Ho mille progetti in testa: il lavoro non c’è? Voglio inventarmelo! Posso farcela: ma sarà un lavoro a misura di famiglia.
    Mia mamma è stata ed è tutt’ora una casalinga: si è occupata di me da subito, non ha avuto paura della routine, si è spaccata la schiena in casa, mi ha aiutata a studiare, ha giocato con me, mi ha insegnato tutto quello che sapeva e non si è mai lamentata, ha creato un rapporto speciale con me e si è occupata anche di suo marito che faceva 12 ore al giorno su un camion: da dipendente, ovviamente.
    Io dico: Evviva le donne che mettono i figli e la famiglia al primo posto, che non seguono lo stereotipo della “famiglia palla- al -piede”, che sorridono anche quando i bambini le sfiniscono, che non sognano di fare gli uomini e di essere come loro!
    Evviva la loro creatività, intelligenza e dedizione… Speriamo diventino il futuro, perchè c’è bisogno di loro….

    Un abbraccio
    Federica

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation

Switch to our mobile site