Normalità

Le mie bambine allattano le loro bambole che fanno pipì nei pannolini lavabili. La Tata lava un bavaglino e lo strizza sulle piante per non sprecare l’acqua. E’ ghiotta di uvetta e al mattino esordisce con “Grazie mamma, hai fatto la torta buonissima!”. Sa gettare le immondizie con naturalezza: la carta nel giallo, la plastica nel blu. Canta, canzoni di fiori, farfalle e leprotti e le insegna alla sorella. Il triciclo e il monopattino si devono fermare per fare rifornimento di… metano. Sanno che frutti e fiori nascono dai semi perchè li hanno piantati. Il più bel regalo che puoi fare loro è un pezzetto di impasto che alla sera ritrovo sul tavolo con un colorito un po’ scuro ma morbido ed elastico perchè lavorato con amore e determinazione. Non comprendono il senso della cattiveria, il perchè a un “Posso giocare con voi?” al parco giochi c’è chi risponde “NO”, ma la Tata fa spallucce e torna a correre per conto suo più perplessa che dispiaciuta. E non comprende nemmeno perchè qualcuno mangi le mucche o perchè per strada circolino camion di pulcini. Crede che i giocattoli li facciano le mamme e che i nanetti passino di tanto in tanto in questa casa.

Questa è la loro normalità, quella lontana dal biberon, dalla plastica, dagli omogeneizzati, le merendine, le Barbie, la televisione, l’inquinamento. A noi piace così!

One Thought on “Normalità

  1. una bellissima normalità, e un bellissimo modo di raccontarla!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation

Switch to our mobile site