Pance, nascite e quello che ci sta in mezzo

Mattina, primi giorni di vacanza, io lavoro al pc, giochi sparsi per tutta la casa. E poi accade. Troppo silenzio, desertico, una scena alla Sergio Leone. Arriva lei con il suo metro e un centimetro… Maaaamma! Ma come escono i bambini dalla pancia … Con la freddezza di un marine rispondo… Chi vuole un gelato?!

Qualche giorno fa riflettevo su quello che la Tata assorbe dai suoi compagni di asilo. Per quanto noi li educhiamo in un certo modo e diamo loro il nostro esempio i figli, ovviamente, imparano (troppo?) da amichetti e co. Spesso mi lamento se lei ripete frasi o discorsi che io trovo inadatti ad una quattrenne, se le viene proposto ciò che io non ho scelto per lei. Poi l’illuminazione. Ho capito che la cosa poteva accadere al contrario. Sebbene io creda di fare il bene delle mie bimbe probabilmente anch’io propongo modelli che altri genitori non condividono.

Cosa hanno in comune questi due discorsi?!? A discapito del panico iniziale rispondere a mia figlia sarebbe stato molto semplice. Credo che dire a un bimbo la verità sia sempre la cosa migliore. Non servono grosse spiegazioni e un semplice Escono dalla patatina avrebbe pienamente soddisfatto la sua curiosità. Considero la nascita un magico evento naturale, come la gravidanza, la morte, la nudità. La Tata ha visto crescere la pancia con la sorella dentro, l’ha tenuta in braccio che aveva poche ore di vita, mi sembra normale che si sia domandata cosa sia successo tra i due eventi. So però che non tutti la pensano come me e che molti genitori, se mia figlia avesse poi raccontato la cosa a scuola, non avrebbero gradito. Ciò che diciamo o facciamo senza nemmeno pensarci finisce sempre col fare molta strada. La mia risposta non credo avrebbe danneggiato nessuno in questo caso, ma spesso quando non poniamo attenzione a ciò che diamo dovremmo essere consci che non facciamo del male “solo” ai nostri figli ma anche a quelli degli altri. Un po’ di sana collaborazione aiuterebbe tutti.

Ripensandoci poi mi è andata bene. Avrebbe sempre potuto chiedermi come i bimbi nella pancia facciano ad entrare!!!

2 Thoughts on “Pance, nascite e quello che ci sta in mezzo

  1. chiarac on 15 giugno 2013 at 21:06 said:

    Ciao, ho scoperto da poco il tuo blog e ti leggo con piacere.
    Anche il mio “grande” di 3 anni e mezzo mi ha fatto la stessa domanda e io gli ho risposto “tra le gambe, vicino a dove si fa pipì” Mi ha guardato sorpreso e spaventatissimo: “Dal pisellinoooo???” e mi sono fatta una gran risata! Poi gli ho spiegato che no, i bambini escono solo dalla patatina e da allora non è più tornato sull’argomento, ma anche io temo la domanda successiva…

  2. caterina on 15 giugno 2013 at 23:35 said:

    Allora benvenuta! La tata parla sempre di quando lei e sua sorella erano assieme nella mia pancia… per lei prima di nascere loro sono sempre state lì, quindi per il momento non si parla ancora di ingressi!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation

Switch to our mobile site