Perfettamente imperfetta!

Ho finalmente trovato la giusta definizione per le mie aspirazioni. Mi sono ingarbugliata il cervello per settimane a cercare di capire perchè mi sentivo inadeguata, perchè mi sembrava che tutti gli altri fossero capaci di fare tutto ed io invece non riuscivo a finire nemmeno un decimo delle cose che iniziavo. Poi è arrivata l’illuminazione. Pretendo troppo da me stessa. Ho un metro di valutazione, o meglio, di autovalutazione da guinness dei primati, da oro olimpico, col risultato di non sentirmi mai soddisfatta. Avevo confuso la felicità altrui con la perfezione. Pensavo che per essere felici bisognava essere perfetti. Invece la chiave di tutto è riuscire ad essere serene anche se le cose non sono esattamente come le vorremmo.

E funziona. Ieri ed oggi il tempo era favoloso, avevo un milione di cose da fare, ma ho guardato le mie bambine, le ho prese e le ho portate fuori al sole. Camilla ha riposato soddisfatta e Margherita ha corso, raccolto le foglie gialle, salutato le galline e le oche e giocato al parco. Era felice, non si è lamentata, non mi ha fatto “dannare”, così di riflesso ero tranquilla e serena anch’io… e non importa se il pavimento del salotto è talmente pieno di roba da non riuscire più nemmeno a vedere il colore del parquet… siamo felici!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation

Switch to our mobile site